Andrea Mancabelli- 2015 - cirmolo - cm 80 x 100


El Marostega, ossia Giovanni Righi, era ritornato invalido dal campo di prigionia in Germania, dove era stato internato militare nella Seconda Guerra Mondiale, dopo l’armistizio dell'8 settembre 1945. Fabbricava rastrelli, cesti,reti per il fieno e sedie; era bravissimo ad impagliare fiaschi e damigiane.
Non era un vero e proprio artigiano ma piuttosto una persona dalla ricchissima e straordinaria manualità.
In un mondo dove gli acquisti di prodotti finiti erano piuttosto rari e limitati alle fiere e ai pochi venditori ambulanti, la capacità di costruire attrezzi e utensili era dote preziosa, che consentiva di essere autosufficienti per il proprio fabbisogno.