Giovanni Cesare Guella- 2013 - cirmolo - cm 100 x 120


La famiglia di carbonai di Pranzo era chiamata “Tobìe",dal nome del capostipite Tobia Maffei, originario della Valvestino.
I carbonèri erano coloro che trasformavano la legna in carbone con un procedimento lungo e laborioso,che prevedeva diversi giorni di lavorazione continuativi: un lavoro durissimo, che obbligava a trasferirsi in montagna per diversi mesi durante la bella stagione. Elemento centrale del pannello e il “poiàt", il cumulo coperto di terra e zolle erbose entro cui si doveva creare una combustione povera di ossigeno e quindi lentissima.
L'attività dei carbonai è durata fino alla metà del Novecento.